Modena è la provincia Italiana più ricca di prodotti a denominazione di origine DOP e IGP

L'aceto balsamico di Modena, il lambrusco, il parmigiano reggiano, ma anche lo zampone e il cotechino di Modena così come il prosciutto insieme ad altri prodotti tipici locali costituiscono un menu affascinante e gratificante per il palato. Modena è tradizione! un insieme di succulenze e cultura che significa apprezzare il buon cibo

La proposta di ristorazione è molto amplia e caratterizzata da locali che spaziano dai ristoranti blasonati alle tradizionali osterie. Oltre all'eno gastronomia Modena offre anche attrazioni turistiche: dai monumenti ricchi di storia e architettura romanica alle auto sportive più famose e vincenti come Ferrari, Maserati, Bugatti, DeTommaso e Pagani.

Specialità Modenesi

Parmigiano Reggiano

Formaggio a pasta dura, prodotto con latte crudo parzialmente scremato e senza l'aggiunta di additivi e conservanti.Il Parmigiano Reggiano è prodotto esclusivamente nelle province di Parma, Reggio Emilia e Modena, e in parte di quelle di Mantova e Bologna.

Aceto Balsamico Tradizionale

Modena è la capitale mondiale dell'Aceto Balsamico, erede della consuetudine degli antichi romani di cuocere il mosto dell'uva. Il mosto cotto delle nostre uve viene lasciato fermentare e invecchiare in piccole botti, secondo un laborioso processo che lo trasforma nel tempo in un aceto dal profumo e sapore ineguagliabile.

Salumi

La storia della produzione di salumi è molto antica. Già dai tempi dei Celti e dei Romani, vi era l'abitudine di conservare la carne sotto sale. Espediente questo utilizzato per conservare il prodotto durante le campagne militari. Il prosciutto di Modena DOP si ottiene esclusivamente da cosce di suini nati ed allevati in Italia secondo le rigide prescrizioni del Disciplinare di Produzione.

Tortellini

I tortellini, pasta ripiena tipica del modenese conosciuta ormai in tutto il mondo, sono caratterizzati dal gustoso "ripieno" racchiuso da una sottile pasta sfoglia all'uovo, abilmente manipolata fino a modellarla nella sua classica forma.

Dolci

Tra i dolci più rinomati della cucina modenese citiamo il bensone e la torta Barozzi che è una specialità della località di Vignola. Il bensone è un dolce molto semplice che prevede un impasto di farina, zucchero, burro, uova e latte di facilissima esecuzione e dal sapore tipico dei dolci di una volta.

Liquore Nocino

Il nocino è il liquore modenese per eccellenza sia per il successo che ha tradizionalmente riscosso nella nostra provincia, sia per l’abbondante presenza di alberi di noci coltivati in diverse località tra il Secchia e il Panaro.

Tartufo

Il territorio modenese è tra i più ricchi a livello mondiali per la presenza di tartufi: il tartufo nasce e si sviluppa vicino alle radici di alberi come il pioppo, il nocciolo, la quercia e il salice; alberi caratteristici del nostro territorio così come l'antica tradizione del tartufo.

Mirtillo nero dell'appennino

Per Mirtillo nero dell'Appennino modenese si intende esclusivamente la varietà: "Vaccinium myrtillus L.", che cresce spontaneamente. Il mirtillo nero dell'Appennino modenese viene impiegato per preparare deliziose confetture, sciroppi, succhi e liquori.

Miele

Il miele viene prodotto dalle api a partire dal nettare dei fiori e dalla melata che esse trasformano, lasciandolo poi maturare nei favi dell’alveare. E’ un alimento ricco di zuccheri semplici prontamente assimilabili e di altre sostanze preziose per la salute quali acidi, sali minerali, sostanze azotate, vitamine.

Crescentine (Tigelle)

Le crescentine, con il loro sapore semplice e la caratteristica fragranza, di pane appena cotto, sono diventate oggi l'ideale e goloso accompagnamento di rustici piatti a base di salumi e formaggi.La "Crescentina" viene spesso chiamata "Tigella", dal nome dello strumento utilizzato anticamente per cuocerla.

Caffè

Il caffè torrefatto ha un gusto tendenzialmente amarognolo, e diviene solubile in acqua, essendo più friabile, più facilmente riducibile in polvere e perciò adatto ad essere macinato in polveri la cui granulometria è stabilita in funzione del processo di estrazione degli aromi.

Vino Lambrusco

Lambrusco: un nome che affonda le sue origini in età classica quando, autori come Virgilio, Catone e Varrone, raccontano di una Lambrusca vitis per identificare un vitigno selvatico che produceva uva dal sapore acrigno e tipico delle campagne modenesi.

Lapam Federimpresa © 2016 cf: 80008250369 - Via Emilia Ovest 775, 41123 Modena (MO) - Tel: 059 893 111 Fax: 059 828 097